Pogolotti, oltre il 900

Da Mercoledi 4 Ottobre
a Mercoledi 29 Novembre 2017

Torino (TO)
Via Confienza 14

Altre Manifestazioni           Inizio ore: 17:00

Gratuito

011.5757371    Www.c.r.piemonte..it

.............. Sintesi Descrizione .............

Un piemontese all Avana. La storia incredibile del giavenese Dino Pogolotti.


.......... Descrizione manifestazione ..........

Fra le tante storie di emigrazione fortunata (ed in questo caso forse unica)bisogna annoverare quella di un imprenditore che osò sfidare la potente nazione Usa, 60 anni circa prima di Castro. Nonostante avesse una moglie degli Stati Uniti, assai ricca (e quindi, in teoria, vicina al potere) che finanziò invece,senza problemi, i suoi investimenti. Cuba era stata da poco ceduta dalla Spagna agli Usa, a seguito della guerra persa con gli yankee, che misero così fine al solo possedimento coloniale rimasto al regno iberico nel Centro America. Come sempre seguirono malattie endemiche, lutti e devastazioni di terreni e infrastrutture, a causa del brutale vassallaggio nordamericano. La popolazione contadina scacciata dalle campagne. Pogolotti era un imprenditore nato, aveva una grande cultura umanistica unità a grandi capacità tecniche. Acquistò grazie ai fondi della moglie, Grace Joyce, grandi estensioni di terreni nella zona di Marianao. Primo quartiere operaio del Centro America, fu dotato di quei servizi che quasi un secolo dopo sono ancora attivi, mentre spesso mancano ancora oggi nelle periferie europee. Ciò ha dato a Pogolotti una fama eterna presso i cubani. Dovette tornare in Italia e morì nella natia Giaveno nel 1923 .
La biblioteca regionale Umberto Eco ospiterà poi il 18 ottobre un doppio incontro. Il primo dedicato alla storica esperienza della Santeria (immagini, danze e riferimenti antropologici), il secondo al figlio di Dino, il pittore Marcelo, che dal primo futurismo giunse alla elaborazione della pittura sociale. A novembre, il giorno 15, sempre alle ore 17, nuovo e conclusivo appontamento con il Barrio Pogolotti (cinema, teatro e cultura). La nipote Graziella e sua cugina Anna Maria Luisa Pogolotti negli anni hanno mantenuto vivo il ricordo del loro antenato. La mostra si visita in orario di apertura della biblioteca
Dal lunedì a giovedi mattino e pomeriggio. Il venerdì fino alle 13. (Roberto Curione)
 Pogolotti, oltre il 900


Ultimo aggiornamento evento: 04/10/2017