Connessioni - La metafisica di Ugo

Da Giovedi 7 Dicembre 2017
a Domenica 7 Gennaio 2018

Forte Dei Marmi (LU)
via del Palazzo

Mostre           Inizio ore: 16:30

3483020538    www.ugoguidi.it

.............. Sintesi Descrizione .............

Opere di Ugo Guidi esposte con quelle degli allievi dellAccademia di Mosca


.......... Descrizione manifestazione ..........

SCUDERIE GRANDUCALI del Palazzo Mediceo di Seravezza

giovedì 7 dicembre - domenica 7 gennaio


Connessioni – “VIII Premio Ugo Guidi 2017”
La metafisica di Ugo Guidi

Su proposta del
“Museo Ugo Guidi”
e
Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus
In collaborazione con

Accademia di Stato di Mosca – MAXY






A cura di Lorenzo Belli


Il Museo Ugo Guidi - MUG e gli Amici del Museo Ugo Guidi Onlus in collaborazione con l’Accademia di Stato di Mosca – MAXY e OpenArt dopo aver presentato nella sua sede la 133a mostra con l’ VIII Premio Ugo Guidi 2017, riservato agli studenti dell’Accademia russa, curata da Lorenzo Belli, esperto in valorizzazione dei beni culturali. La mostra che ha ottenuto il patrocinio e il contributo del Consiglio regionale della Regione Toscana, ai sensi della LR 4/2009, come da parte del Comune di Forte dei Marmi e della Fondazione Vittorio Veneto di Forte dei Marmi, il patrocinio della Provincia di Lucca, del Comune di Seravezza e il supporto della Fondazione Terre Medicee si trasferisce presso le Scuderie Granducali del Palazzo Mediceo di Seravezza (LU)dal 7 dicembre al 7 gennaio 2018. Le opere degli allievi insieme ad alcune opere di Guidi sono esposte all’interno della mostra “Connessioni. La metafisica di Ugo Guidi - Premio Ugo Guidi 2017 ” per ricordare il quarantesimo anno dalla scomparsa del Maestro Guidi, che si terrà dal 7 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018, presso le Scuderie Granducali del complesso di Villa Medicea in Seravezza(LU) con inaugurazione alle ore 16:30 con presentazione catalogo delle opere esposte.
Orario: 15:30 – 22:30 con ingresso gratuito

Il Premio Ugo Guidi giunto quest’anno all’ottava edizione ha coinvolto gli studenti del MAXY college di Mosca che hanno svolto un campus studi estivo nel Centro Arti Visive di Pietrasanta.
I giovani artisti, tutti sotto i venti anni, hanno partecipato con una singola opera pittorica all’assegnazione del premio consistenze in una riproduzione grafica dell’opera del Maestro Guidi.
La formula di affiancare un riconosciuto maestro con nuove proposte accademiche internazionali vuole rafforzare il messaggio di arte come dialogo e confronto fra le culture attraverso la pratica artistica.

La giuria composta da Isotta Boccassini, giornalista e esperta di comunicazione, Vittorio Guidi, responsabile del Museo Ugo Guidi, Monica Michelotti, artista e docente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, Massimo Pasqualone, critico d’arte e curatore di mostre, Domenico Monteforte, artista, Daliano Ribani, mercante d’arte e gallerista, si è riunita il 15 ottobre per procedere all’assegnazione del Premio Ugo Guidi alla presenza di Lorenzo Belli, Direzione Artistica e Piero Garibaldi, relazioni e comunicazione. Sono state visionate e valutate le opere dei 12 allievi che, selezionati e diretti dai Proff. Eugenio Kravtsov e Sergei Onuchkin, espongono nella mostra:
Balakhontseva Natalia – Efanova Polina – Iatsenko Arina - Kalaschnikova Natalia – Kolodin Arseniy - Mantsereva Daria - Novikova Anna – Shkurin Dimitrii – Simonova Margarita – Sotnikova Mariia – Zhikhareva Liubov-
è risultata vincitrice del “Premio Ugo Guidi 2017” la studentessa:
DARIA MANTSEREVA
Motivazione della Giuria per assegnazione Premio Ugo Guidi 2017 a Daria Mantsereva
“L’opera è stata scelta per l’immagine evocativa e l’emozione suscitata sviluppando una dimensione onirica e dando al fruitore la possibilità di immaginare il limite e l’oltre.”


“Siamo lieti che la storia iniziata nel 2014, quando un gruppo di studenti del Moscow
Academic Art College per la prima volta ha visitato la regione Toscana,
la culla dell’arte e della cultura rinascimentale e dell’arte europea in generale, ottiene
un riconoscimento, così come un progetto annuale per una cooperazione
culturale tra Italia e Russia.
Nell’estate del 2017, facendo rivivere la tradizione dei viaggi con borsa di studio
come nel 19° secolo l’Accademia Imperiale di belle arti, il MAXY college con il sostegno
del partner italiano costante, il Centro Arti Visive di Pietrasanta, e con il
sostegno finanziario di un sponsor privato, ha fornito l’opportunità ai suoi dieci
migliori studenti e a due studenti di altri licei d’arte russi di giungere in Toscana
per una pratica artistica in plein-air.
I giovani talenti sono stati selezionati sulla base di un concorso secondo i risultati
di visione di lavori e anche secondo il rendimento scolastico e la frequenza. Di conseguenza, in Italia vi sono giunti i più meritevoli: gli studenti operosi, talentosi e disciplinati.
Nel corso dei secoli la Toscana è stata una meta per gli artisti provenienti da tutto il mondo; proprio lì i giovani artisti, armati di tavolozze, sono andati in cerca di un ideale di bellezza, trovato nell’antichità e ritrovato nel Rinascimento. A seguito di quattro settimane di tirocinio gli studenti hanno acquistato un’esperienza indimenticabile che aiuta a fare un buon scatto in una scienza difficilissima da padroneggiare che è la maestria pittorica.
Vorrei sottolineare, citando il direttore Eugeny Kravtsov, che questo programma per i giovani artisti è in primo luogo un duro lavoro: l’orario giornaliero molto fitto, ricco di attività pratiche e teoriche, è una garanzia di successo e di crescita professionale.
Il contatto con una cultura secolare apre i nuovi orizzonti alla creatività e aumenta il livello culturale generale dello studente. È molto importante quando lo studio della teoria dell’arte avviene tra le sue testimonianze materiali, circondato dalla campagna Toscana e dai monumenti di cultura. Diventa più utile nel processo di apprendimento quando le attività pratiche conducono agli autentici maestri della pittura accademica.
Con certezza possiamo constatare che il programma delle pratiche estive in Toscana OPVS PRACTICUM si è affermato come un luminoso e unico progetto in costante evoluzione.
A conferma di ciò è stato l’invito a partecipare al Premio Nazionale Italiano Ugo Guidi nel 2017 come primo degli istituti d’istruzione accademica non italiano ad essere ammesso a questo concorso.
A seguito del lavoro in plein-air del 2017 a Pietrasanta sono stati selezionati i migliori lavori di ogni studente partecipante al progetto e successivamente consegnati al Comitato Scientifico del Museo Ugo Guidi per la valutazione.
Siamo molto lieti che la nostra studentessa Daria Mantsereva sia risultata vincitrice del premio ed esprimiamo una enorme gratitudine all’organizzazione e alla Giuria del Premio Ugo Guidi per l’opportunità concessa e per il riconoscimento.
Senza dubbio questo darà ai nostri studenti un enorme stimolo alla creatività e aprirà il loro potenziale per la conquista di nuovi vertici Esprimiamo la speranza di una proficua collaborazione.”
Julia Melnikova

Moscow academic art college
coordinatore del progetto OPVS PRACTICVM 2017
“Esprimo la mia profonda gratitudine agli organizzatori, al Comitato Scientifico e
ai dirigenti del Museo Ugo Guidi e a tutti coloro che hanno partecipato a questo
evento, che così hanno sostenuto il nostro programma delle pratiche estive in
Italia.
Il Premio Ugo Guidi, al quale fortunatamente i nostri studenti hanno preso parte
quest’anno, per molti sarà un forte incentivo per la crescita professionale e una
viva impressione nel loro destino creativo.”
Sergei Onuchkin
Capodi pratica pittorica 2017

 Connessioni - La metafisica di Ugo


Ultimo aggiornamento evento: 30/11/2017  


Evento Segnalato da:

Museo Ugo Guidi Casa Museo con oltre 500 sculture di Ugo Guidi (1912-77)